CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

01.4 Oneri informativi per cittadini e imprese

1.4  Oneri informativi per cittadini e imprese
 
1. Denominazione sotto-sezione livello 1 (Macrofamiglie): Disposizioni generali

1.4 Denominazione sotto-sezione livello 2 (Tipologie di dati): Oneri informativi per cittadini e imprese

Riferimenti normativi: Art. 34, D. Lgs. n. 33/2013

Art. 34 - Trasparenza degli oneri informativi

1. I regolamenti ministeriali o interministeriali, nonché i provvedimenti amministrativi a carattere generale adottati dalle amministrazioni dello Stato per regolare l'esercizio di poteri autorizzatori, concessori o certificatori, nonché l'accesso ai servizi pubblici ovvero la concessione di benefici, recano in allegato l'elenco di tutti gli oneri informativi gravanti sui cittadini e sulle imprese introdotti o eliminati con gli atti medesimi. Per onere informativo si intende qualunque obbligo informativo o adempimento che comporti la raccolta, l'elaborazione, la trasmissione, la conservazione e la produzione di informazioni e documenti alla pubblica amministrazione.

2. Ferma restando, ove prevista, la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, gli atti di cui al comma 1 sono pubblicati sui siti istituzionali delle amministrazioni, secondo i criteri e le modalità definite con il regolamento di cui all'articolo 7, commi 2 e 4, della legge 11 novembre 2011, n. 180. Art. 13 - Obblighi di pubblicazione concernenti l'organizzazione delle pubbliche amministrazioni.

note
Per onere informativo si intende qualunque obbligo informativo o adempimento che comporti la raccolta, l’elaborazione, la trasmissione, la conservazione e la produzione di informazioni e documenti alla P.A.


 

Denominazione del singolo obbligo: Oneri informativi per cittadini e imprese

Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)

Contenuti dell'obbligo:Regolamenti ministeriali o interministeriali, provvedimenti amministrativi a carattere generale adottati dalle amministrazioni dello Stato per regolare l'esercizio di poteri autorizzatori, concessori o certificatori, nonché l'accesso ai servizi pubblici ovvero la concessione di benefici con allegato elenco di tutti gli oneri informativi gravanti sui cittadini e sulle imprese introdotti o eliminati con i medesimi atti.

Come previsto dall’articolo 12 del Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, si pubblica l’elenco dei riferimenti normativi che regolano l’attività della nostra pubblica amministrazione.

Abbreviazioni

  • Leggi:L.
  • Decreti-Legge:D. L.
  • Decreti Legislativi:D. Lgs.
  • Decreti del Presidente della Repubblica:D.P.R.
  • Decreti Ministeriali:D. M.

Norme

  • L. 241/1990: “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”.
  • L.104/1992: “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone diversamente abili”.
  • D.Lgs. 297/1994: “Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado”.
  • L. 59/1997: “Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della pubblica amministrazione e per la semplificazione amministrativa” (art. 21, relativo all’autonomia scolastica).
  • D.P.R. 275/1999: “Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche”.
  • D.M. 44/2001: Regolamento concernente le “Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche”.
  • L. 53/2003: “Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale” (Riforma Moratti) e decreti applicativi.
  • D.Lgs. 196/2003: “Codice in materia di protezione dei dati personali” (Legge sulla Privacy)
  • D.Lgs. 82/2005: “Codice dell’amministrazione digitale” (CAD).
  • D.Lgs. 81/2008: “Attuazione dell’articolo 1 dellaL. 23/2007, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.
  • L. 133/2008: “Conversione in legge, con modificazioni, delD. L. 112/2008, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria”.
  • L. 169/2008: “Conversione in legge, con modificazioni, delD. L. 137/2008recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università” (Riforma Gelmini).
  • D.P.R. 122/2009 Regolamento Valutazione Alunni.
  • D.P.R. 89/2009 Riordino della scuola infanzia e del primo ciclo.
  • D.P.R. 81/2009 Riorganizzazione Rete Scolastica.
    • D.Lgs. 106/2009: “Disposizioni integrative e correttive delD. Lgs. 81/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.
    • D. Lgs. 150/2009: “Attuazione dellaL. 15/2009, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni”.
    • D.Lgs. 235/2010: “Modifiche ed integrazioni alD. Lgs. 82/2005, recante Codice dell’amministrazione digitale, a norma dell’articolo 33 dellaL. 69/2009
    • L. 183/2011: “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – Legge di stabilità 2012″ (Semplificazione).
    • D.L. 95/2012: “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini (nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario)” – Spending review.
    • L. 134/2012: “Conversione in legge, con modificazioni, delD .L. 83/2012, recante misure urgenti per la crescita del Paese” (articolo 18).
    • L. 190/2012: “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”.
    • L. 221/2012: “Conversione in legge, con modificazioni, delD.L. 179/2012(Sviluppo bis – Crescita 2.0), recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”.
    • D.Lgs. 33/2013: “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.
    • DPR 62/2013: Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
    • DPR 80/2013: Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione.

Denominazione del singolo obbligo: Scadenzario obblighi amministrativi

Contenuti dell'obbligo: Scadenzario con l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi a carico di cittadini e imprese introdotti dalle amministrazioni (secondo le modalità determinate con uno o più D.P.C.M. da adottare entro 90 gg. dall'entrata in vigore del D.L. n. 69/2013, converto con modificazionidalla Legge n. 98 del 9 agosto 2013)

Aggiornamento: Tempestivo


 

 

Copyright © 2014 Istituto Comprensivo Anna Frank. - miic8ad009@istruzione.it; Posta certificata: miic8ad009@pec.istruzione.it - by Joomla! -